Loading…
Culinaria / 0 Comments / 693 View

Le torte meravigliose da Marta Behnke

Ago 18 / 2016 12:33AM

Possono assomigliare ai fiori del bouquet da sposa, ad una pietra spettacolare oppure ad una scena del tuo cartone animato preferito. Richiedono tanti talenti: pittura, scultura, decorazione, ma soprattutto quello culinario. Marta, fondatrice di Bake my Day, li possiede tutti e per quello le sue torte rappresentano proprio un’altra categoria di dolci. Sono così spettacolari che ogni tanto dispiace persino mangiarli, ma quando si comincia, è difficile smettere...

 

Da dove nasce l’idea di preparare torte di design?

Avevo sempre pensato che la preparazione dei dolci non facesse per me. Fino a quando, quasi 10 anni fa, ho provato a fare la prima torta dal mio blog culinario preferito. Prima non mi venivano mai buone, facevo sempre qualche disastro. Mi dedicavo quindi piuttosto alla preparazione dei piatti salati. Quando, per la prima volta, la torta è venuta buona, ho cominciato a provare altre ricette, e ne sono rimasta affascinata. La mia amicizia con il forno diventava sempre più forte. Come giovane, sposata da poco, mi piaceva organizzare incontri con degli amici, e in più, mi piaceva viziare me stessa e mio marito. E così, a dire la verità, è ancora oggi. I miei piatti forti erano le torte – sempre abbastanza particolari, versioni uniche che improvvisavo utilizzando gli ingredienti che avevo a disposizione, oppure in base al colore. Mi piace molto “cucinare con il colore”. La prima torta da cerimonia, l’ho fatta per il primo compleanno di mio figlio, che adesso ha già 4 anni. Ero così agitata che prima della torta giusta, ne ho fatte 3 piccole di prova!

Non potevi ordinare la torta in una pasticceria?

Non mi è passato neanche per la mente. Non mi piaccono i prodotti delle pasticcerie in genere e non conoscevo il mercato di quelle artistiche. Poi, per il suo secondo compleanno ne ho fatte due, sempre per paura che non venissero buone. Invece sono piaciute a tutti ed io mi sono resa conto di quanto mi piace farle! La gioia negli occhi del festeggiato non ha prezzo. Ma a farle per bene ho cominciato a gennaio dell’anno scorso, quando per un’amica di mio figlio ho fatto la prima torta in stile inglese. Ed…. ero persa! Ho deciso di preparare le torte per tutti i compleanni alle quali venivo invitata, come regalo. Rendere i bambini felici è diventato per me una forma di dipendenza. E poi, non solo i bambini. Le emozioni dei bambini, dei nonni e degli sposi mi commuovono particolarmente. Poi, ho iniziato con vari esperimenti negli impasti e nelle tecniche di preparazione. Trascorrevo ore intere su Pinterest alla ricerca di ispirazioni, e poi su YouTube a guardare tutorial. Come infornare, come creare le figurine. L’anno scorso la mia collega, molto brava, Agnieszka Kubiszewska-Krawczyk, ha fatto per me un bellissimo logo, inserendo con tanta pazienza tutte le mie idee ed, ogni tanto, leggendomi quasi nel pensiero. Ci è voluto un po di tempo per decidere quale nome dare alla mia pasticceria. Alla fine ho optato per “Minions” – sempre positive e divertenti, piccole creaturine mi portano continuamente fortuna. Ultimamente il mio “Bake my Day” ha festeggiato il 1º anno di esistenza su Facebook.

E’ stato un anno intenso?

In questo periodo sono successe tantissime cose. La maggior parte dei weekend occupati, tante notti senza dormire. Non sono nè pasticcera, nè artista per formazione. Mi sono laureata in Filosofia, con una specializzazione in comunicazione sociale presso l’Università di Poznań. Ho studiato comunicazione anche in Germania, poi ho fatto un corso post-laurea in management del personale presso la Scuola di Economia di Varsavia (SGH). Ho lavorato come “cacciatore di teste” in una grande agenzia di lavoro, poi nelle risorse umane interne. L’unica cosa che ho è la passione, il piacere e le riscoperte capacità che ho eredidato dalle donne della mia famiglia. Capacità che inizialmente mi sembravano troppo deboli per poterne fare un lavoro. Sono fiera di quello, che sono riuscita a raggiungere quest’anno. Questa intervista e la sessione fotografica, un giorno dopo il mio compleanno, è per me come una ciliegia sulla torta e la conferma che non è mai troppo tardi per realizzare i propri sogni. E diventare mamma può rivelarsi un’ottima ispirazione e una nuova fonte di coraggio. Quest’anno ho fatto la mia prima torta di matrimonio, tanto stress, tante emozioni. Mio marito mi ha supportato tanto. Non solo con questa torta, ma con tutte quelle che ho creato. Se lui non avesse creduto così tanto in me, e se non si fosse occupato dei bimbi mentre io –durante le notti e i weekend -inventavo nuove idee, delle torte non ci sarebbe stato neanche l’ombra. Gliene sono molto grata, cosi come ai miei figli, perchè quando arriva il mio momento, mi chiudo nella mia dolce solitudine, spesso senza accorgermi di quello che sta succedendo intorno a me. A parte questo Piotr ha un ottimo occhio. Per il compleanno di mia mamma ho fatto una torta speciale, a forma di, come l’ho chiamata io, “topo-gatto”. Un animale un pò bruttino, nello stile minimal. Non sapevo più se era carino o se era troppo tendente al ‘topo’. Piotr ha detto che era bellissima. In effetti poi, su Facebook, l’ha condivisa Shawna – una delle più grandi star americane del sugarcrafting, autrice di McGreevy Cakes! Ho vissuto 2 giornate di pioggia di “Like”! Alla fine, in 2 giorni, la torta ha ricevuto più di 15000 “Like”, e la mia fanpage più di 2500. La pazzia di una torta!

Quali sono i gusti delle torte?

Io sono un po’ maniaca e mi piace abbinare i gusti alle occasioni e alle stagioni. Ci sono altre regole per le torte per i bambini, dove comandano il cioccolato, la panna e le fragole. Per gli adulti si aggiungono anche i sapori alcoolici, e i gusti in generale possono essere più completi. In primis, io domando sempre al festeggiato le sue preferenze. Gli chiedo cosa gli piace e cosa no. Ho notato che ci sono 2 linee principali: quella del cioccolato e quella della frutta. Così inizio dalla scelta del tipo e del gusto della torta. A parte il tradizionale pan di spagna, sempre più spesso propongo come base un biscotto alla carota, al caffè oppure al burro (quel’ultimo viene chiamato “Victoria sponge cake” e rappresenta un classico nelle torte inglesi). Per quando riguarda la farcitura, mi piace la crema di mascarpone con l’aggiunta di qualcosa che ne decide il gusto: frutta fresca, frutta sciroppata, marmellata, cioccolato, mousse, caramello o qualcosa di croccante o di sorprendente. Per un pò di tempo ero fissata su una torta che come base aveva il biscotto di carota e come farcitura la crema di prugne e la marmellata. Ultimamente sono stata positivamente sorpresa dal mirtillo rosso come frutta da usare per le torte. D’estate apprezzo la freschezza del limone, della maracuja o del mango. In inverno punto sul cioccolato fondente, sul caramello salato e sul tocco caldo del chili. La cosa più importante è sempre la qualità degli ingredienti. E quello che determina il risultato finale. Non sottovaluto mai  le idee dei miei clienti, che non raramente diventano una fonte di ispirazione per le mie future creazioni.

Il progetto più difficile?

Hmmm….è difficile rispondere perchè ogni mia torta è particolare, in ognuna ci metto tutto il mio cuore e tutte le mie capacità. Non riesco a consegnare la torta se l’effetto finale non mi soddisfa. Il grado di difficoltà della torta dipende dal numero delle decorazioni e dalle dimensioni del dolce. La preparazione di alcuni fiori o di alcune figurine impegna ore, o giornate di lavoro. Per la creazione di alcune torte nuziali devo coinvolgere altre persone, lavorare giorno e notte. La torta è un prodotto fresco con una scadenza molto breve. Anche il suo trasporto ogni tanto diventa una sfida. Durante il trasporto di una torta nuziale continuavo a pensare: “E se dovessimo frenare all’improvviso?”

Quali sono le nuove tendenze in cake design?

Adesso vanno molto le torte nude, ovvero “naked cake “, impreziosite da fiori freschi, da bandierine di carta con slogan e dalle ghirlande. Di tendenza sono sempre le torte decorate con la crema, ma adesso si punta a creare l’effetto “ombra” colorato, a spalmare la crema creando composizioni diverse, con finiture di fiori freschi. In un’altra categoria rientrano le torte che imitano le pietre preziose. Qui capitano anche le torte impreziosite d’oro da 24 carati. Non ho potuto resistere neanch’ io. Adoro i componenti brillanti sulle torte, le perle sono il mio segno distintivo! Le composizioni floreali, di pizzo, fatte meticolosamente in pasta di zucchero non smettono mai di stupire. Le tonalità, le scelgo spesso in base alle tendenze attuali di Pantone. Quest’anno sono Serenity i Rose Quartz. Che si può ammirare sulle torte presenti nelle foto. In autunno vedremo più spesso i colori forti invece di quelli pastello. La varietà delle idee e l’infinità delle ispirazioni, ecco cosa mi ha affascinato nel sugarcrafting. Ho sempre nuove idee da sviluppare che mi piacerebbe realizzare.

Come si progettano le torte nuziali?

Le torte artistiche sono generalmente personalizzate. Abbinate, per esempio, all’abito della sposa o ai colori del matrimonio, allo stile e al carattere della cerimonia o del ristorante. Alcune coppie desiderano che sulle figurine che completano la torta, vengano inseriti i loro soprannomi, professioni, passioni oppure i protagonisti dei loro film o fumetti preferiti. Capita che la realizzazione di una torta dei sogni diventi una vera sfida. Ogni tanto la soluzione è una torta dal doppio volto. La parte frontale è elegante, fatta in stile tradizionale, l’altra invece sorprende gli ospiti con un’immagine delle profondità del mare, sogno segreto di una coppia di sommozzatori, oppure con motivi di super-eroi tratti dal fumetto preferito dello sposo.

Come si fanno i delicatissimi petali di fiori? E con cosa?

I fiori vengono fatti con una pasta speciale per i fiori, che è facilmente pieghevole e si asciuga velocemente, mantenendo la forma desiderata. Sono davvero molto fragili. Viene creato petalo dopo petalo, ognuno fatto separatamente su un filo. Bisogna stare molto attenti perchè con un solo movimento sbagliato si può rovinare il lavoro di tante ore. I fiori e le foglie, una volta asciutti, vengono colorati con un pigmento in polvere – per me la parte preferita del lavoro con le decorazioni floreali. I fiori e le altre decorazioni possono essere fatte in carta commestibile. Io uso volentieri questo materiale per vari progetti di decorazione.

Ti è mai capitata una storia divertente la cui protagonista principale sia una torta?

Divertente… Le situazioni che da fuori possono sembrare divertenti, in realtà sono un orrore, un’emergenza, e rallenta molto il lavoro. A volte fa capolino improvvisamente il pensiero paralizzante di non riuscire a preparare la torta in tempo. Il solo pensare che a causa di un qualche incidente un bambino o gli sposi possono non ricevere la torta dei loro sogni mi fa venire mal di testa e la voglia di abbandonare la mia passione. C’è stato un giorno in cui stavo preparando 2 torte: una per mio nipote, ed una per mio padre. La cucina non era la mia, così come il forno e il frigo ed anche i prodotti erano diversi dal solito. Non mi piace lavorare cosi, mi stressa. Apro la teglia della torta il giorno della cerimonia (quindi già con un giorno di ritardo), e la crema esce fuori dalla torta, è troppo fluida. Stressata, disperata, chiedo a mia mamma e a mio marito di reperire i miei ingredienti e mi metto a fare un’altra torta-espresso di emergenza. Quelle che avevo già, le stavo provando a salvare, mettendole in frigo a temperatura più bassa. Quelle nuove, le ho messe nel freezer per velocizzare l’addensamento della crema, le ho coperte con la glassa, e poi….le ho fatte cadere in terra prima di uscire di casa!

Ma forse è quello che porta fortuna! La ringrazio per l’intervista e Le auguro tanti successi e tante nuove sfide artistiche – una dolce vita, insomma!

Grazie mille!

 

L’intervista con Marta Behnke è stata effettuata da Helena Palczewska 

 

Ecco alcune torte di design di Marta Behnke

Ispirazioni geologiche

171

Marta Behnke sta decorando una delle sue torte con un motivo decorativo di moda. Cristalli di zucchero che sono circondati da petali di oro 24 carati.

168  166

L’ultimo trend nel cake design. Decorazioni che sembrano minerali e pietre preziose.

 

 

Una torta con un sapore molto ricco. Essa combina tre cake diverse: forte di cioccolato, umido di caffe e leggero pan di spagna con papavero. Strati ricoperti con crema di cioccolato, con mandorle croccanti caramellate, Irish caffè e panna. E un forte sapore di whisky.

Senza rosa non c’è sposa

173

La torta decorata con la tecnica del  scrapbooking e cristalli di zucchero in colori di moda: rosa delicato ed un pó d’oro.

176 178

Una delizia per gli amanti del cioccolato. Dietro la decorazione eterea si trova una vera e propria esplosione di sapori.

 

Torta con un sapore intenso di cioccolato con sentore di liquore cointreau e strati  con le creme a base di panna e ganache, in essi sono affondati i biscottini di cioccolato. Nota arancione rafforzata con la crema di orange curd che dona al cioccolato amaro una freschezza estiva.

Il prato glamour

180

Una torta ricca di decorazioni, è stata creata ispirandosi ad opere di Maggie Austin – una delle muse della sugarcrawting amata da Marta. Una torta tra le più preferite dall’artista.

187

Decorazioni in pastello ed un pó di oro: una ricetta collaudata per un aspetto sofisticato.

 

 

 

Un dolce a base di soffice torta di carote con la cannella, imbevuto di succo d’arancia e con una goccia di liquore cointreau. Strato ricoperto da una cagliata fresca e croccante con frutto della passione e crema a base di panna e mascarpone con un pizzico di frutto della passione e caramello salato.

 

Dolcezza equilibrata

194

La torta decorata con un delicato motivo di libellula dorata, sormontata da un favoloso fiore grande che si adatta perfettamente al clima di una festa estiva all’aperto.

197

 

Il principale motivo ornamentale e un fenomenale fiore ispirato alla forma dell’ibisco.

 

 

L’interno di questa torta nasconde pan di spagna bagnato di vaniglia ed una nuvola cremosa interrotta da freschi frutti di bosco, mousse di lamponi oppure scaglie di mandorle immersi nel caramello.

Foto Piotr Mastalerz

Lascia commento

*

Trenderly Newsletter

Portale di Moda, Cucina, Design e Stile di Vita