Loading…
Decorazioni / 0 Comments / 526 View

Un idea geniale per la patina

Giu 26 / 2016 11:38PM

Hanno trasformato i tubi idraulici di rame in un desideratissimo oggetto di design. Vengono realizzate lampade dal meccanismo di funzionamento innovativo, raffinate nella forma e da poco anche mobili unici. La sostanza è quella dello stile post-industriale, ma con un tocco retrò. Chi sono i fantastici soggetti del laboratorio Zapalgo e quali sono i loro progetti per il futuro?

Vedo una lampada bellissima, ma non vedo nessun interruttore.
Perchè la lampada intera è essa stessa un interruttore.

 ?
Prova a toccarla….

(tocco la base realizzata con un’asta di rame e si illumina tutto) – Magia! Fantastico! Come funziona questa cosa?
Volevamo realizzare una lampada che si accendesse in modo particolare, così da essere diversa dalle altre. Non era una cosa semplice da fare. L’involucro è collegato ad uno speciale sistema che riconosce i cambi di tensione che avvengono all’esterno. Per poter governare la lampada, occorre che tu sia a contatto con la terra.

ZAPALGO

Manopola come una valvola idraulica è un varialuce. L’intensità della luce si può ridurre al minimo. È una lampadina che può illuminare anche appena appena, fa molta atmosfera. Lampada da terra Pokoro.

Quindi mentre salto non posso accenderla? (rido)
Esatto!

Ma non si corre qualche pericolo, come una dispersione di corrente? Alla fine tutta lampada è in rame…
Assolutamente no. Ci sono due circuiti elettrici, uno isolato ed uno no. Ma a quanto pare, se qualcuno ha un defibrillatore sottocutaneo, teoricamente potrebbe esserci qualche pericolo…

Nel senso cosa si rompe: la lampada o il defibrillatore?
Probabilmente più il defibrillatore (ride), ma sono solo ipotesi . E naturalmente speriamo che se qualcuno ha un defibrillatore sottocutaneo sia al corrente del fatto che alcuni dispositivi elettrici semplicemente non possono essere toccati. Vendiamo le nostre lampade negli Stati Uniti, quindi servono garanzie al 100%. Nessuno di noi vorrebbe avere a che fare con gli avvocati americani. Ultimamente siamo in trattativa con gli svizzeri per distribuire lì le nostre lampade e stiamo scrivendo ormai da quasi un anno sia un regolamento dettagliato, sia le istruzioni.

ZAPALGO

La geometrica lampada Radiatorio fa pensare ad un termosifone.

Ma la vostra idea è geniale. Le Zapalgo sono lampade di design che riscaldano l’atmofsera, originali non solo nella forma, ma da quello che noto, anche nel modo di accensione, così come nel funzionamento. A chi è venuta l’idea di realizzarle?
Tutto è cominciato da Tomek. Stava arredando un interno e aveva bisogno di nascondere i vari fili che erano sul soffitto. Li ha messi dentro ad un tubo e ha constatato come la soluzione fosse congeniale, talmente tanto che abbiamo iniziato a fare le nostre lampade in questo modo.

ZAPALGO

La lampada da terra Tribelo assomiglia ad una scultura moderna.

Come vi siete conosciuti?
Io e Tomek ci conosciamo dal liceo, mentre Tomek e Andrzej dalle scuole elementari. Io e Andrzej invece ci siamo conosciuti tramite Tomek.

Allora direi che sono relazioni profonde…
Abbiamo già fatto tante cose insieme. Costruivamo cose stupide, giravamo spot pubblicitari e volevamo inventare qualcosa che ci permettesse di realizzarci per il futuro. Da tre anni siamo impegnati a mandare avanti la progettazione delle lampade Zapalgo.

ZAPALGO

Quattro lampadine e una lampada con base ritmica creano un effetto impressionante.

E dove si trova adesso la prima lampada, quella da cui è iniziato tutto?
La prima è stata venduta al proprietario di una casa d’aste. Ci ha visti ad una fiera e ha voluto subito investire su di noi, comprando il 51% delle azioni ad…..

… 2 PLN? (rido)
Qualcosa del genere!

Siete degli artisti, specialisti di design per formazione?
Due di noi si sono laureati alla Scuola di Commercio di Varsavia (SGH), uno è filosofo.

ZAPALGO

La lampada Aero si ispira ad un aereo.

Parliamo del materiale vero e proprio. Il rame era un materiale giusto sin dall’inizio?
Si perché è facilmente reperibile ed è semplice da lavorare. Poi si combina benissimo con altre sostanze, permettendo di creare patine interessanti. È antibatterico. E non richiede macchinari specializzati. Quando abbiamo iniziato, il rame non andava ancora così di moda. Adesso si trova ovunque.

Questa patina verde fluo è una vostra invenzione?
Si, ci stavo provando per quasi sei mesi. Avevo il tavolo pieno zeppo di campioni:  provavo l’effetto che avevano le varie sostanze. Alle fine sono riuscito a trovare delle materie che in due giorni creano lo stesso effetto del rame invecchiato di 15-20 anni e corroso dalle piogge cariche di zolfo. Ma abbiamo anche altre patine, già pronte, acquistate in mesticheria, oppure importate dagli Stati Uniti. Non si può sapere cosa succede alla fine, dopo aver messo la patina: se lo fai all’ombra puoi ottenere un’altra tonalità rispetto a quando realizzi il tutto sotto al sole. La concentrazione di ozono nell’aria ha anche la sua importanza.

ZAPALGO

Lampada da scrivania Stopo – versione con patinatura turchese.

Quali sono le rifiniture che si vendono meglio?
Si vende soprattutto rame puro, poi la patina verde e infine ci sono quelle nere.

Esiste un segreto per rallentare il processo naturale di copertura con la patina, ovvero il processo di ossidazione del rame?
Si può ricoprire la lampada con una lacca trasparente. In questo modo si rallenta di tanto il processo di ossidazione. Un’altra soluzione è quella di pulire la superficie in rame, ad esempio con una soluzione fatta di sale e acido citrico. Solo che dopo occorre ancora ripassare dell’acqua fredda. Si possono anche detergere con una cera, acquistabile ad esempio nei negozi di accessori per le macchine.

ZAPALGO

Nelle lampade di Zapalgo, le lampadine retro illuminano per incandescenza come ai tempi di Edison.

Avete realizzato lampade dotate di lampadine retrò sin dagli inizi?
All’inizio usavamo quelle alogene, ma  abbiamo cambiato subito. Ci è presto venuta anche l’idea di incorporare un  varialuce. Riuscendo a regolare l’intensità della luce, l’effetto è incredibile. A parte questo, grazie al varialuce è difficile falsificare le nostre lampade. Ci abbiamo lavorato quasi un anno e alla fine abbiamo trovato un elettricista di Katowice che fa per noi i componenti. Posizionarli correttamente dentro la lampada non è neanche semplice.

Qual’è il prezzo del modello più economico?
Circa 600 PLN, con varialuce e patina – 700 PLN.

ZAPALGO

La versione con il paralume fluo in Plexiglass.

E per esempio questo paralume traforato?  Un elemento del genere lo acquistate e collegate alla base realizzata con le aste di rame?
Questa è una rete metallica che una volta comprata, tagliamo, brasiamo e inseriamo all’interno del cerchio. Collaboriamo con un modellatore di metalli che dispone di una piegatrice adeguata. È un artigiano con consolidata esperienza.

ZAPALGO

Sul tavolo Marbelo (la superficie è fatta da tre tipi di marmo diversi) si trova la lampada Tribo.

Zapalgo è conosciuto e richiesto già all’estero?
Detto con tutta onestà: solo all’estero! In Polonia quasi nessuno…

Incredibile!
Ma vero! Credo che solo una persona, verso Natale, abbia ordinato qualcosa. Ma onestamente non abbiamo ancora iniziato la nostra campagna pubblicitaria. Stiamo ultimando una collezione che avrà circa 100 pezzi diversi. Abbiamo aggiunto anche  i lampadari e  le lampade da parete: questa cosa ci porta via la maggior parte del tempo. Tra poco andremo a Parigi ad una fiera molto importante: Maison&Objet. Dobbiamo ancora preparare il catalogo, deve essere tutto curato nei minimi dettagli. E abbiamo solo poco più di due mesi di tempo.

ZAPALGO

Il tavolino Penroso con la base a tre piedi ha una superficie in piastrelle di ceramica.

Ma vedo anche qui alcuni esemplari di mobili.
Si, abbiamo ampliato l’offerta. Zapalgo non proporrà solo lampade, ma anche dei veri  e propri mobili di rame, gustosi e originali, o anche solo con dei piccoli dettagli di rame. Tutti è iniziato perché la mia ragazza non riusciva a trovare una toeletta per sé. Mentre la progettavo, sapevo già che avrebbe fatto parte delle proposte di Zapalgo – aveva anche i contorni a forma di lettera Z.

Toleto, una toeletta con piccoli scompartimenti per i cosmetici ed un'illuminazione speciale.

Toleto, una toeletta con piccoli scompartimenti per i cosmetici ed un’illuminazione speciale.

Chi ha inventato il divertente nome di Zapalgo? (che in polacco significa: Accendilo!”)
Maciek. A lui piacciono tutti i nomi che finiscono con la “o”.  E doveva rimandare all’idea di accensione.

A me viene subito in mente la pubblicità della bevanda polacca “Frugo” che dice:  “NO TO FRUGO! “
Giusto! Poi anche tutti i nomi delle nostre lampade  finiscono con la “o”.  Ci siamo ispirati tanto all’esperanto.  La lampada simile ad una doccia, quindi una Douch, viene chiama Duso, ecc… Per il nostro marchio cercavamo un nome che Google potesse riconoscere senza problemi. Se scrivi Zapalgo, compare solo il nostro sito perché è una parola che non esiste. Se qualcuno chiama la sua azienda Wood & Metal Design ha dei problemi con il posizionamento della pagina web. Volevamo anche che il nostro nome avesse un suono polacco.

ZAPALGO

Demando, o una lampada a forma di punto interrogativo.

Una bella pensata!
Tutti e tre pensiamo troppo… Anche per fare una fotografia ci mettiamo troppo tempo.

Grazie per l’intervista. E in bocca al lupo per Parigi! Accendetela!
Crepi!!!

ZAPALGOGli ideatori di Zapalgo gestiscono uno studio a Varsavia, in via Inzynierska 3/11

L’intervista per Trenderly con Tomasz Kudelski, Maciej Papiński e Andrzej Ruszkowski è stata fatta da  Helena Palczewska.

 

 

Lascia commento

*

Trenderly Newsletter

Portale di Moda, Cucina, Design e Stile di Vita