Loading…
Interni / 0 Comments / 231 View

Il mio letto nel quale …

Dic 16 / 2016 2:50AM

Una volta lì nascevano i migliori remix di Czesław Niemen e di Mieczysław Fogg, oggi invece anche delle geniali idee per crescere i figli. I blogger Kasia e Martin di Kids & Harmony sanno come coniugare e queste due cose nel migliore dei modi.

Harmony è… in primis il nostro cognome. In secondo luogo è la caratteristica del nostro marchio, ovvero Kids & Harmony. Terza cosa: siamo arrivati alla conclusione che “armonia” è la parola che rispecchia perfettamente il nostro approccio con la vita, quello che c’è dentro la nostra anima. Il nostro marchio è il particolare insieme di queste due cose contrapposte: quando nasce un bambino, solitamente si distrugge quell’armonia di vita che si aveva prima. Nel mondo del business, non c’è niente di meglio che creare il proprio marchio basandolo sul vero cognome.

Kasia: – Tutto è iniziato da… un altro blog, assolutamente diverso! Qualche anno fa ho realizzato il sito Matko z Córko (it: Madre e figlia). Ero incinta della mia prima figlia e ho cominciato a condividere i miei pensieri con gli altri. Poi descrivevo com’è la vita di una giovane madre con la propria figlia, cosa si può fare di bello in una grande città, cosa vedere, dove andare, dove mangiare, per uscire dalle mura della propria casa. Mostravo tutto questo, aggiungendo ai racconti delle foto con delle brevi descrizioni. Il blog è rinato durante il nostro viaggio in India. Invece dei consigli, mi sono concentrata più sulle sui pensieri, spesso abbastanza toccanti, sulla vita.

Martin: – Il momento di svolta… È stato durante il viaggio in India. Kasia si era ammalata così che per un paio di giorni non era in grado di scrivere. I lettori si erano arrabbiati, chiedevano cosa stesse succedendo, perché non c’era niente di nuovo sul sito. Così ho preso io le redini del blog. Lo spirito dello scrittore stava maturando in me e alla fine Kasia ha convinto anche me a cominciare a scrivere. Così è nato il blog ta.to & tamto che raccontava la vita con i figli piccoli dal punto di vista maschile. Uno dei punti più forti di questo blog erano le descrizioni di Hela, che godevano di una buona fama. Molte delle domande che ci arrivavano riguardavano la richiesta di quando sarebbe arrivato un nuovo post, scritto dagli occhi nostra figlia Hela. Quelli piacevano molto anche a noi, venivano pubblicati regolarmente, ogni venerdì, portando con sé una bella carica di umorismo. Dopo un paio di mesi di blog separati, siamo arrivati alla conclusione che questa cosa non aveva senso. Come famiglia dovremmo avere uno spazio comune in cui condividiamo le nostre storie con il mondo. Abbiamo chiuso Matko z Córko e abbiamo spostato tutti i contenuti su ta.to & tamto, che esisteva fino a quest’estate, fino al momento in cui Kasia, dopo aver preso un caffè, ha avuto un’illuminazione e ha inventato un altro nome: Kids & Harmony. Attualmente Kids & Harmony non è solamente un blog e micro-blog su Instagram, ma anche un canale su YouTube.

img_5180

Kasia: – Arredare la casa… era il mio compito. Cercavo l’ispirazione nelle varie riviste dedicate all’arredamento e su Internet. Un anno e mezzo fa l’appartamento – 65 metri quadri nel quartiere Ursynow di Varsavia – ha subito una ristrutturazione totale. Abbiamo fatto tutto da capo, abbiamo cambiato muri e pavimenti. Ho acquistato molte cose online, molte altre le abbiamo portate dall’India. Abbiamo un po’ di artigianato preso da piccoli negozietti e dalle gallerie d’arte. Ho dedicato tanto tempo nella ricerca delle cose che volevo, ma senza andare in fallimento. Mio marito era molto fiducioso sull’effetto finale perché abbiamo gusti molto simili. Non temeva di entrare in casa e trovare le pareti di colore rosa. Ovviamente abbiamo discusso insieme di tutti gli acquisti e ho preso la bacchetta dell’architetto perché mi divertivo tantissimo. Doveva essere spazioso, caldo, ospitale e con tanta luce. Con il clima che abbiamo in Polonia, a parte nei mesi caldi, si sta molto in casa, per cui non mi posso immaginare a vivere in un ambiente “così-così”. E’ una cosa importante per me. Cercavo il minimalismo, non volevo cose ingombranti. Ai tempi, in una delle stanze, Martin si era creato il suo studio musicale. Abbiamo però dovuto ristrutturarlo e farlo diventare una camera da bambini quando stava per nascere la nostra prima figlia.

img_5176

Un letto muli-funzionale si è rivelato una soluzione d’oro per chi ha a disposizione pochi metri di spazio.

La soluzione più importante è… nel salotto: la zona “zona notte”. Non ce l’avevamo, per cui ci è venuta idea di… crearcela nel salotto grazie ad un letto a baldacchino: una piccola area relax nella zona giorno. Per tanto tempo siamo stati combattuti su diverse idee, se fare o non fare tutto in modo classico, con un divano-letto per gli ospiti ed una TV… Ma poi abbiamo realizzato che la casa deve servire sopratutto a noi e al nostro comfort. Abbiamo trovato un letto grandissimo (marchio: Meble Vox), che ha rubato il nostro cuore. E’ stato un bingo perché ogni persona che vede le foto della nostra casa ci chiede del letto, convinta che sia stato fatto su misura da un falegname. Adesso è il punto centrale del salotto. I bimbi e gli animali (abbiamo un gatto e un cane) ci vanno sempre. È questo il posto dove leggiamo i libri e ci facciamo le coccole. Sul letto abbiamo persino montato uno schermo per guardare i film, perché a casa nostra la tv non c’e. In più, il letto è molto capiente, sia sotto, sia nella parte superiore. Lì teniamo tante cose.

img_5181

Le decorazioni e gli accessori hanno un valore sentimentale. Il tronco di legno usato come tavolo color caffè l’ha creato nonno Andrzej.

img_5182

img_5183

img_5184

Martin: – Il calore in casa è merito degli… accessori, come le nostre foto, le candele con dei profumi meravigliosi, le sedie con le imbottiture a balze, il piccolo tronco che fa dal tavolino, una poltrona molto grande e comoda. Ha una certa importanza anche la luce accogliente, mirata. Accanto al letto abbiamo le nostre adorate Cotton Ball Lights, mentre sul comodino una lampadina del colore del mare. Abbiamo invece ricoperto le pareti del bagno con delle piastrelle che somigliano a quelle usate per le stufe di maiolica, inoltre è anche elettronica: mischiamo gli elementi moderni con quelli di stile (per esempio la rubinetteria in ottone, il comodino scolpito che fa da armadietto sotto il rubinetto, il legno naturale che diventa armonioso insieme agli elementi propri dello stile vintage. C’è anche un riferimento a Jack Daniels, sotto forma di un quadro retro e di un portasapone, che Kasia ha fatto da sola. E’ stata una cosa che dovevamo assolutamente avere perché prima che nascessero i nostri figli, quella era la bevanda preferita di mia moglie (ride).

img_5179

img_5177

img_5186

Anche in bagno domina il bianco insieme ad elementi del colore naturale del legno. Le targhe appese alle pareti provengono da un mercatino di Londra. L’originale dosatore di sapone è stato realizzato dalla proprietaria da una bottiglia di Jack Daniels.

img_5187

L’armadietto sotto il rubinetto, trovato ad un mercatino, è stato rinnovato dai proprietari. La cornice dello specchio è stata fatta dal fratello di Kasia.

Per formazione siamo…. Per 20 anni sono stato presente sulla scena internazionale della musica come Martin Harmony nel gruppo In Deep We Trust. Per formazione sono un economista.  Kasia si è laureata in Public Relations. Ma da qualche anno dice che la sua passione più grande e la sua missione di vita è crescere le nostre 2 figlie. Ai tempi era molto attiva nel campo della salvaguardia degli animali ed è stata volontaria in un rifugio per animali abbandonati. La sua grande passione è viaggiare. Speriamo che i bimbi ci permetteranno di vedere ancora un po’ questo mondo. I viaggi più belli li abbiamo fatti in india. Ne abbiamo fatti 3. Non ci piace l’inverno, per cui preferiamo andare via proprio in questo periodo.

img_5185

La targa in legno sulla porta è una creazione del nonno della ragazzina.

Le domande di Trenderly

Non diciamo mai ai figli… Che non sono abbastanza forti e che non ce la faranno. Li motiviamo e li supportiamo sempre per provarci.

A casa le cose più importanti sono… Amore, affetto, rispetto reciproco, empatia, la capacità di ascoltare, la possibilità di esprimere i propri bisogni.

Il gioco preferito… Il gioco consiste in una festa o per restare più larghi – in un ballo. Le ragazze amano ballare. Non appena sentono la musica, cominciano a muoversi al suo ritmo.

Da una casa in fiamme porteremmo via… I bimbi, ovviamente. E gli animali. E se parliamo dei oggetti il computer perché lì c’è  tutta la nostra vita professionale.

Il libro da portare in un’isola deserta… Per mancanza di tempo ultimamente leggiamo poco. Purtroppo. Ma ultimamente abbiamo letto un libro che ci ha impressionati molto:  “Shantaram” di Gregory David Roberts.

Una domenica perfetta…Una domenica insieme. Stare a letto fino a tardi, una colazione lenta, ascoltare la musica, chiacchiere, balli, una passeggiata, i giochi. Non importa come, l’importante è stare insieme. Amiamo trascorrere il tempo insieme.

Il piatto della riconciliazione …Non esiste perché a dire la verità non litighiamo mai. I fraintendimenti vengono chiariti subito e non passiamo mai giornate in silenzio: in questo modo non abbiamo mai bisogno di doverci chiarire. Se dobbiamo dire una cosa che ci piace, è la cucina hindi e sushi.

img_5189

La terrazza antistante è in estate il prolungamento del salotto.

img_5178

img_5188

Il carinissimo dondolo di Hela si sposta a seconda del periodo dell’anno: dall’interno all’esterno della casa.

 

Se volete saperne di più su Kids&Harmony andate su  http://kidsandharmony.com.

Testo:Helena Palczewska, stilizzazione: Małgosia Dura, foto Igor Dziedzicki

Lascia commento

*

Trenderly Newsletter

Portale di Moda, Cucina, Design e Stile di Vita