Loading…
Interni / 0 Comments / 667 View

Comodamente poltrona

Mar 26 / 2016 8:27PM

Elemento assolutamente immancabile in casa, la poltrona arreda, completa, arricchisce e rende unico un angolo del salotto o della camera. Per questo motivo occorre sceglierla con cura.

Ermes, Quando si tratta di scegliere la poltrona che vestirà il salotto o che guarnirà un angolo dello studio o della camera da letto c’è proprio da “mettersi comodi”. Il panorama, per quel che riguarda questo importante arredo, è davvero ampio, ricchissimo e molto articolato. Ci sono i modelli che hanno fatto la storia del design: belli, eleganti, ripensati con nuove finiture, ma comunque senza tempo – tanti ancora attuali e in produzione – e ci sono quelli di ultima generazione, realizzati con nuovi materiali e con particolari regole ergonimiche. Pezzi dalle caratteristiche estetiche molto interessanti, assolutamente versatili e perfettamente integrabili con ogni genere di stile sia esso estremamente contemporaneo o più classico e tradizionale.
Sì perché la poltrona, più di qualunque altro elemento d’arredo, può essere considerata un po’ un oggetto del cuore, quello che ricorda momenti particolari della vita, quella in cui si è vista la finale in cui l’Italia ha vinto la Coppa del Mondo di calcio, o quella su cui la mamma ci cullava, da piccoli, per farci addormentare…
L’universo di questo importante elemento d’arredo è davvero vasto e ricco di innumerevoli soluzioni che possono, senza dubbio alcuno, coprire ogni tipo di gusto e desiderio.
COME E COSA SCEGLIERE
Completamente imbottite (seduta, schienale e braccioli) e avvolgenti come dei veri e propri cocoon o più asciutte ed essenziali con gambe e piedini realizzati con altri materiali come il legno o il metallo le poltrone di nuova generazione sono “esperimenti di comodità” estremamente confortevoli, belle da vedere e assolutamente versatili.
E quando si decide di acquistarne una tutto parte da ciò che si desidera e dal tipo di seduta che si preferisce: alta, bassa, strutturata o informale, la forma è il primo elemento da cui partire e da avere ben chiaro in mente. I modelli di nuova generazione sposano due linee stilistiche: o dimensioni larghe e comode, a metà fra dormeuse e divano, con sedute e cuscini oversize per un tipo d’imbottito molto confortevole, sempre meno destrutturato e sempre più dalla forma ben definita, o all’opposto poltroncine minimal ed essenziali. Piccoli gioielli di design, rigorosi nelle forme e resi particolari dai colori – spopolano le tinte pastello e i toni chiari – dalle lavorazioni e dai materiali di rivestimento.
Che si tratti di soluzioni piccole e compatte o ampie e super comode possono diventare il cuore di un “salotto” o il rifugio prediletto di una zona conversazione, ma anche completare l’arredamento di una camera da letto o riempire l’angolo di una zona studio.
Nella scelta è sempre preferibile puntare su qualcosa di buona fattura che abbia delle linee sobrie e che sia facile da muovere, perché quando si acquista una bella poltrona, di qualità, questa nel tempo farà sicuramente “compagnia” e la si potrà reinventare e spostare di stanza in stanza in stanza, ma anche di casa in casa, tutte le volte che ce ne sarà bisogno.

Cab Lounge, design Mario Bellini di Cassina

  1. Jules di Arflex
  2. Alberta di DePadova
  3. Brick 307 di Gervasoni
  4. Lipp di Living Divani
  5. Leslie di Minotti
  6. Ermes di Misuraemme
  7. Mad King di Poliform
  8. Lounge Chair e Ottoman di Vitra

 

Trenderly Newsletter

Portale di Moda, Cucina, Design e Stile di Vita