Loading…
Culinaria / 0 Comments / 303 View

Limone fermentato: la ricchezza delle ricette antiche

Set 05 / 2016 4:42PM

La saggezza delle ricette antiche e dei metodi di conservazione di una volta sono ancora oggi un toccasana per l'organismo e per la salute. Un esempio? Il limone fermentato.

Il limone fermentato è un’antica usanza indiana, che serve non solo per arricchire il sapore delle verdure e di alcune pietanze ma, possiede anche numerose proprietà benefiche per il corpo.

La fermentazione nell’antichità ma ancora oggi viene utilizzata per conservare più a lungo i cibi e anche per renderli più ricchi di enzimi e di vitamine soprattutto la C e la B.

I cibi fermatati sono ricchi di antiossidanti, acido lattico e di fermenti latici vivi, che aiutano molto per il benessere dell’organismo. I fermenti sono anche degli ottimi disinfettanti, aiutano a digerire e sono degli ottimi alleati per la microcircolazione oltre ad essere utili anche per allergie e infiammazioni in generale.

Il limone contiene vitamina A, B e acido citrico, inoltre, è ricchissimo di calcio e fosforo. Il suo impiego costante favorisce un normale funzionamento dell’intestino, elimina il gonfiore e aiuta ad accelerare il processo digestivo. è un frutto, che appartiene alla famiglia degli agrumi e in cucina viene utilizzato molto spesso per arricchire e insaporire pietanze di vario genere o per realizzare decotti e infusi, che aiutano l’organismo a restare in forma, come la bevanda con zenzero e limone.

Con i limoni fermentati le proprietà del limone si raddoppieranno notevolmente.
L’utilizzo del limone fermentato è poco conosciuto eppure è facile da preparare in casa!

Ecco la ricetta:

Limone fermentato: un toccasana per l'organismo

Limone fermentato: proprietà e benefici

Ingredienti

Limoni biologici 4 o 5

Bicarbonato 1 cucchiaino

Sale grosso q.b.

Esecuzione

  1. Lavare accuratamente un contenitore di vetro capiente, possibilmente dotato di chiusura ermetica. Lasciare che si asciughi da solo.
  2. Prendere i limoni e lavarli accuratamente con acqua fresca e bicarbonato.
  3. Praticare sulla parte superiore di ciascuno un’incisione a forma di X.
  4. Nelle fessure che si saranno formate inserire il sale grosso. Premere il sale in modo da farlo entrare quanto più possibile in contatto con la polpa.
  5. Quando il contenitore risulterà ben asciutto, mettere sulla base del sale e successivamente sarà possibile inserire i limoni. Durante questo procedimento è importante inserire dell’altro sale e cospargere i limoni.
  6. Chiudere il contenitore e lasciare che i limoni fermentino per circa 3 giorni. È importante mantenerli in un luogo fresco e ventilato ma che soprattutto non sia esposto al sole e alla luce diretta.
  7. Trascorsi i 3 giorni per la fermentazione, i limoni potranno essere utilizzati per gli utilizzi che meglio crede.

È possibile realizzare questa ricetta sia con il sale grosso che con fino il risultato non cambierà!

Lascia commento

*

Trenderly Newsletter

Portale di Moda, Cucina, Design e Stile di Vita